Home

 

Per la rubrica "Dialogando", in risposta alla lettera riguardante la 23ª Camminata dell'Assistenza Pubblica di Varsi dell'1° luglio scorso a firma Enrico e Valerla, definitisi anche "I Terroristi della TAV di Bstelli".

 

Carissimi Enrico e Valerla (o se preferite "Terroristi della TAV di Bastelli, mi fa molto piacere leggere consensi a ciò che scrivo, ma purtroppo vedrete che chi di dovere farà orecchie da mercante, così si continuerà ad andare per inerzia nel nostro morente circo podistico: l'età media cresce e le idee mancano, oppure si vogliono lasciare solo allo stato di idee, seguendo alla lettera l’adagio popolare "a lasciar la strada vecchia per quella nuova, si sa quel che si lascia, ma non quel che si trova".

Oltre a tutto ciò che ho esposto parlando della (bellissima ) marcia di Varsi, un altro progetto ce l'avevo, anzi voglio proprio illustrarvelo, a costo di annoiarvi, data la lunghezza. Tra mille peripezie, (queste non ve le racconto, altrimenti diventa un romanzo) sono riuscito a mettere in piedi il 22 luglio 2006 a Bastelli la 1ª marcia dei Fontanili

Meorial Michele Rossi, credo positivamente, lascio a voi giudicare: pensate che l’ho portata, in fondo interamente da solo: dalla ricerca degli sponsor alle segnalazioni sui percorsi, dalla formazione del montepremi alla gestione dei ristori (mia moglie in quello all'arrivo, mio figlio maggiore al primo ristoro e quello minore al secondo). Proprio per questo all'interno del Circolo Bastelli si sono create due fazioni; quella prò e quella contro (questa è quella parte che non vi racconto per evitare il romanzo, ma quando ci vedremo e se avrete la costanza di ascoltarmi, posso tranquillamente farlo). Il caso ha iscritto nei calendari parmigiano e piacentino (sia nel 2006 che nel 2007) tre marce in tre giorni nel raggio di circa sei chilometri: al venerdì Alseno calendario di Piacenza), al sabato- Bastelli (Parma) e alla domenica Castelnuovo Fogliani (piacenza); la mia idea era quella di dare maggior risalto alle tre camminate, sfruttandone la vicinanza sia come tempo sia come dislocazione, dando origine alla "Tre giorni podistica del Ducato di Parma e Piacenza", in cui ogni gruppo presente sommerebbe le presenze nelle tre marce, alla fine i primi tre gruppi classificati di questa "combinata” avrebbero diritto a tre premi speciali (nei miei pensieri rispettivamente una bicicletta elettrica,una montain bike ed una bicicletta da donna o una city bike), non vi sembrava un buon incentivo per favorire le presenze nelle tre manifestazioni? Eventualmente, se l'idea viene apprezzata, fare posto in futuro anche ad altre marce parmigiane e piacentine, magari favorendo i singoli anziché i gruppi,inserendo timbri di presenza che, raccolti in un certo numero, diano diritto a premi o gadgets vari. Secondo voi non potrebbe essere una miglioria per favorire le presenze in questo mondo sportivo, ahimè, in decadenza? Gli amici della Pro Loco di Castelnuovo Fogliani hanno recepito l'idea, ma dall'AVIS di Alseno sono stato solennemente preso in giro dal responsabile dell'organizzazione dell'evento (si tratta di una sola persona, buona parte del direttivo era favorevole all'iniziativa). Mi presentai nell'agosto 2006 per dar forma al progetto per il luglio 2007: dopo tre mesi e mezzo di visite nella loro sede e appurato che tale personaggio non si faceva vivo, lo chiamai telefonicamente, dopo diversi tentativi nella serata, alle 21,50 di un giorno di fine novembre, egli mi fece capire di essere scocciato in quanto stava per andare a letto, aggiungendo:”Ma lo so cosa vuoi fare, non so perché mi hai chiamato, ti avrei chiamato io. Inoltre il mio obiettivo era quello di entrare in calendario, poi la data la scelgo io quando voglio".

Lascio a voi ogni commento, pensate che all'inizio del luglio scorso, incontrandolo ad una marcia,mi disse: "Per quest'anno abbiamo pensato di non fare la "combinata", per l'anno prossimo vedremo".

Pensate: mi ha detto questo a non più di venti giorni dall'organizzazione delle tre marce. Secondo voi, fin tanto che personaggi di questo tipo bazzicano nel mondo delle marce, potremo aspirare a novità o migliorie più accattivanti di quanto non sia l'inerzia in cui ci ritroviamo oggi? Lascio a voi il giudizio finale, io vi ringrazio per la cortese attenzione e vi saluto dandovi appuntamento per le prossime marce.

Cordialmente,

Germano Meletti

 

sei il visitatore n. Hit Counter