Home

Per la rubrica "Dialogando"

 

 

 

CHEFFFIGURA DI MERDA!!!

 

Avete presente il famoso slogan coniato da Emilio Fede e più volte evidenziato da "Striscia la notizia"? Bene, nella serata della riunione convocata preso la sede dell'AVIS Cristo di Parma, correva l'anno 2011 ed era la sera di mercoledì 20 luglio, con la presenza del Presidente Nazionale FIASP, la palma della miglior "CHEFFFIGURA DI MERDA!!!" spetta certamente ad Armando Rigolli, presidente del Comitato Marce FIASP Piacenza, scortato dai muti (per fortuna) paggetti Giovanni Pagani ed Emilia Boselli. Durante il mio intervento, che leggete per esteso a parte, ho citato che per organizzare la prima marcia in provincia di Piacenza occorrono 220,00 €, a quel punto il Dr. Rigolli si alza, interrompendomi, ed urla testualmente: "Non è vero! Stai dicendo fandonie! Da noi si paga come ovunque in Italia: 120 € per l'iscrizione a calendario, più 80 € per le tessere e 20 € per la tessera del presidente!!!". "Ed in totale quanto fa?", chiedo io. Lui ribatte che non devo considerare le altre cose, ma solo i 120 €, l'aria si surriscalda, io, di rimando, gli dico di imparare a fare i conti, a quel punto lui, non ricordo come, ha tirato in ballo il Premio Fedeltà e che io non ne avrei diritto in quanto non socio FIASP. A quel punto estraggo la tessera e gliela sventolo, "Allora non ce l'avevi l'anno scorso!", mi dice lui. Per puro caso avevo con me anche quella dell'anno 2010, che naturalmente gli mostro energicamente accoppiata con quella attuale. Era disperato, non sapeva più cosa dire, ultimo tentativo: "Beh, allora non ce l'avevi tre anni fa!". Ma voi pensate che io riesca a stare zitto? Giammai!!! "L'anno a cui tu fai riferimento è stato quando qualcuno, o il presidente Corsini o qualcuno del gruppo Bastellinmarcia, ha dimenticato di dare i nomi dei sette iscritti, in quanto allora non avevamo ancora l'obbligo minimo dei dieci, per cui vai a verificare se la FIASP ha incassato i soldi delle sette iscrizioni, che però mai sono state battezzate, io ero una di quelle!"  CHEFFFIGURA DI MERDA!!! Caro Armando ti sei attapirato, tanto per chiudere con "Striscia la notizia", chissà che prima o poi non venga Valerio Staffelli a bussare alla tua porta (magari rigorosamente con tessera FIASP). Alla fine mi rode la seguente domanda: "Ma sarà stato solo per farsi dire CHEFFFIGURA DI MERDA!!! il motivo per cui erano presenti i rappresentanti piacentini?" Per il resto "niente di nuovo alla luce del sole": al fuoco di fila delle domande, con pesanti scocciature in merito alle paventate innovazioni da parte degli intervistanti, il Dr. Colantonio ha risposto, quasi sempre con "nonchalance", comunque evitando largamente la figura del suo luogotenente piacentino, del resto chi si aspettava che dicesse: "Avete ragione" va considerato pazzo a tutti gli effetti. Alcune cose però sono emerse chiaramente: se un marciatore ha la tessera-assicurazione da 8,00 € ha copertura assicurativa solo nelle manifestazioni FIASP, per contro, da informazioni preventive da me raccolte, AICS, UISP e CSI assicurano i propri associati anche quando partecipano a manifestazioni di altre federazioni, magari anche con operazioni complicate, ma di fatto operative. Risposta chiara anche alla domanda in cui si accenna a quelle manifestazioni con forti partecipazioni di ragazzi in età scolare: in questo caso copertura assicurativa senza la famigerata tessera per i ragazzi fino a 16 anni di età.

Terzo punto: si riserva di rispondere entro fine agosto alla domanda riguardante quelle realtà organizzative affiliate a gruppi podistici, l'esempio della Pubblica Assistenza Busseto che ci mette la collaborazione a Polesine Parmense, allo Stallone di Villanova sull'Arda, a Bastelli di Fidenza, a Vidalenzo di Polesine Parmense ed alla scuola Il Seme di Castione Marchesi di Fidenza. La domanda era: "Ma se questi collaborano una sola volta durante l'anno, pur dipendendo da noi come patrocinio, come posso far loro pagare un centinaio e più euro per obbligarli all'iscrizione?” Per il resto, ordinaria follia, pardon, ordinaria amministrazione: bisogna contraddire tutto e tutti coloro che accennino ad una minima parvenza di contestazione o anche di piccolo dissenso, a costo di negare anche l'evidenza, se ne è il caso. Alla mia domanda rimasta senza risposta dopo il mio intervento: "Ma se la FIASP, che non rientra nel CONI, ma fa parte della TAFISA, riconosciuta dal CIO, che include il CONI, viene coinvolta grazie a questa catena di Sant'Antonio, togliamoci dai piedi la TAFISA, pensi quanti soldi risparmieremmo". Al primo tentativo la risposta è andata buca, al secondo è stata: "Teniamocela stretta la TAFISA", al terzo, data la mia proverbiale testardaggine: "Vedrà, signor Meletti, prima o poi si accorgerà dell'importanza della TAFISA". Morale della favola: sono andato fagiolo e son tornato cornetto (è un modo di dire delle mie parti, i cornetti sono i fagiolini da cuocere). Alla fine non c'è stato un solo presente che abbia assecondato il Dr. Colantonio (i tre piacentini esclusi) e, se mi consentite, sono tornato a casa con la soddisfazione di poter dire che il mio è stato l'unico intervento applaudito, anzi: calorosamente applaudito! Ah, dimenticavo: per avere il libretto del Premio Fedeltà piacentino devo parlare con i commissari, così mi ha detto Armando Rigolli (gioco a quiz: secondo voi lo farò?), che contasse poco se n'erano accorti tutti, che addirittura fosse sottocommisario non lo sapeva nessuno. Ancora una volta grazie per l'attenzione ed un caloroso abbraccio a tutti quanti voi. Con eterna simpatia,

 

Germano Meletti

 

Castione Marchesi di Fidenza (PR) 21 luglio 2011 (sarebbe 20, ma sono già le tre di notte e non voglio lasciarvi a digiuno di notizie)

 

 

sei il visitatore n. Hit Counter