Home

Per la rubrica "Dialogando"

 

Crisi del podismo sì, crisi del podismo no

 

Oggi, lunedì 26 settembre 2011, come faccio ogni giorno da circa 45 anni, leggo la Gazzetta di Parma. Un giornale che ha una tiratura giornaliera di circa 50.000 copie, vuol dire che a leggerlo sono almeno 100.000 persone, tenendo conto dei nuclei familiari e dei luoghi pubblici (praticamente tutti quelli della provincia di Parma e oltre). Lo stesso quotidiano vanta la maggiore longevità tra i quotidiani italiani, viene infatti pubblicato fin dal 1735, cosa vuol dire tutto questo? Sicuramente l'introduzione è inutile per quelli che come me leggono la Gazzetta di Parma ogni giorno, ma per coloro che non la conoscono, in quanto ci leggono in zone anche lontane da Parma e dalla sua provincia, mi sembrava doverosa questa introduzione in virtù di quanto andrò ad esporvi considerando la portata di questo giornale. La Gazzetta di Parma di oggi consta di 56 pagine, è lunedì e quindi parecchie di esse vengono assorbite dallo sport, a questa aggiungiamo lo spazio dedicato alle varie rubriche, agli almanacchi, alle lettere al direttore, ai necrologi, agli annunci economici, agli spettacoli, ai programmi delle varie televisioni ed alla pubblicità. Ciò che resta viene destinato alla cronaca della città ed a quella della provincia ed è proprio in queste due ultime parti dove si parla ampiamente di podismo: metà della pagina 12 è dedicata alla "All'Ospedale di Corsa", organizzata dalle associazioni benefiche "Noi per Loro" e "Giocamico", il cui ricavato è andato al reparto di oncoematologìa dell'Ospedale Maggiore di Parma, 170 i presenti, la rimanente metà pagina è dedicata alla pubblicità. Non c'è neppure da girar pagina per passare alla 13°, dove ancora mezza pagina è dedicata al podismo, ancora pubblicità nella restante metà: in questo caso si parla della camminata Tommy nel Cuore, dove si ricorda il piccolo Tommaso Onofri, rapito ed ucciso alcuni anni fa. Anche qui si fa beneficenza, destinatari ne sono l'omonima associazione (Tommy nel Cuore) e la "Vinci la SLA" di Francesco Canali, qui erano in 140. Andiamo avanti a sfogliare la nostra Gazzetta di Parma ed arriviamo a pagina 20, ancora mezza pagina dedicata al podismo, l'altra metà in questo caso è cronaca della provincia; qui si parla dei 500 iscritti a San Michele Tiorre di Felino,  denominata "Trail del Salame", anche questa, come le altre due, fuori dal calendario del Comitato Marce di Parma. Per ciò che riguarda il Comitato Marce di Parma ieri si correva a San Polo di Torrile con l'11° edizione della "Camminiamo Insieme", nessuna menzione sulla Gazzetta di Parma di oggi, certamente sarà su quella di domani in quanto era presente l'inviato Guido Sani, ma sicuramente non è un bel biglietto da visita per il comitato provinciale, qui erano in 507. Crisi del podismo sì o no? Direi di no se in un'unica mattinata di domenica vengono organizzate contemporaneamente ben quattro manifestazioni, che hanno coinvolto in totale circa 1.300 partecipanti, direi di sì se pensiamo che quello che dovrebbe essere il veicolo principale, il Comitato Marce Parma, ne esce con le ossa rotte, praticamente ignorato (anche se solo per oggi) per quella che è la sua manifestazione del giorno. A parziale rivincita del Comitato Marce Parma c'è meno di un quarto di pagina, a pagina 22, dove si parla della manifestazione di Coenzo di Sorbolo, svoltasi sabato 24 settembre, il giorno prima delle altre quattro. Mi fermo qui e lascio a voi ogni deduzione o commento finale, come sempre un forte abbraccio a tutti voi, un cordiale saluto ed un arrivederci alle prossime marce.

 

Germano Meletti

 

Castione Marchesi di Fidenza (PR) 26 settembre 2011

 

P.S. E' passato un altro giorno e della manifestazione podistica 11° Camminiamo Insieme di San Polo di Torrile ancora non si parla sulla Gazzetta di Parma, sicuramente uno spazio le sarà dedicato nei prossimi giorni, forse già da domani. Oggi si parla di un'altra manifestazione podistica, che conoscevo, ma ignoravo che si fosse svolta domenica 25 settembre, proprio "a cavallo" delle altre quattro già citate: si tratta della maratonina di Taneto di Gattatico, provincia di Reggio Emilia, ma appena al di là del confine con Parma, tanto da richiamare vari parmensi e parmigiani in terra reggiana (Luca Cola dell'ASD Minerva di Parma si è classificato secondo). In totale i partecipanti tra competitivi e non competitivi erano 1.300, certamente discreta la rappresentanza proveniente dal parmense, che va così ad aggiungersi a coloro che nella mattinata di domenica 25 settembre hanno partecipato a manifestazioni podistiche. Ancora più di prima ne esce con le ossa rotte il Comitato Marce di Parma, titolare dell'unica manifestazione non citata sul quotidiano di Parma svoltasi nella domenica in questione. La Gazzetta di Parma rincara inoltre la dose dedicando ancora uno spazio, seppur piccolo, ma corredato di foto e didascalia, per la "Trail del Salame" svoltasi a San Michele Tiorre di Felino, per ciò che riguarda la partecipazione dei giovanissimi (che tanto stiamo cercando ma non li troviamo) nella branchia della menzionata manifestazione, denominata "Baby Trail". Semplice considerazione finale: COMITATO MARCE DI PARMA, SVEGLIA!!!!!!!!! Di nuovo saluti a tutii voi e grazie per l'attenzione che ci tributate.

 

 Germano Meletti

 

Castione Marchesi di Fidenza (PR) 27 settembre 2011

 

P.S. (Giuro che è l'ultimo) Per completezza di informazione vi dico e poi chiuderò definitivamente questo pezzo, che l'articolo della Gazzetta di Parma, tra l'altro molto ridotto, riguardante la marcia Camminiamo Insieme di San Polo di Torrile (PR) svoltasi il 25 settembre scorso, è uscito soltanto oggi 5 ottobre 2011. Scusate ancora l'intrusione, 'stavolta però ho finito. Ciao di nuovo a tutti voi.

 

 Germano Meletti

 

Castione Marchesi di Fidenza (PR) 5 0tt0bre 2011

 

 

sei il visitatore n. Hit Counter