Home   

Per la rubrica "Dialogando"

 

 

 

Caro Germano

Senti cosa mi è successo oggi alla Pellegrina marcia di solidarietà,

Arrivo iscrizioni lunga fila per i singoli, decido di avviarmi lo stesso e dò l’incarico a mio fratello per fare le iscrizioni, tanto il cartellino per mio conto serve a poco portarlo addosso.

Al rientro mio fratello mi informa che non hanno accettato l’iscrizione, motivo: volevano la lista con i nomi, mio fratello ha detto che gli comunicava il suo nome e il mio, niente il vice presidente fiasp ha rifiutato.

Decido di andare a chiedere spiegazioni e di conseguenza pagare l’iscrizione (mi sembrava strano il tutto), ma avevo appena terminato il giro dei 10 km e col caldo ero un po’ disidratato e di conseguenza mi avvicino al ristoro per dissetarmi, e qui il Caro Vice presidente della fiasp Vittorio Rittatore mi aggredisce con parole, tra quelle che ricordo, digli al tuo amico di non scrivere….. non ricordo l’aggettivo, mi spaccia per un accattone perché approfittavo dell’acqua, sapeva che non avevo pagato l’iscrizione, e li che la menava, gli ho solo risposto che detto da Lui che sono accattone, è un complimento, visto che lo conosco bene sia io che tutto la compagine che frequenta, (tanti mi conoscono è forse il motivo del mio allontanamento dal comitato è stato quello, il poco ma di tutti, la storia l’ho sta dimostrando).

peccato che sullo statuto leggo:

La F.I.A.S.P. intende promuovere, disciplinare e tutelare le manifestazioni sportive non competitive. Scopo precipuo è sviluppare l'amore per lo sport rivolto ai valori della fratellanza, dell’amicizia e della famiglia per favorire, nella pratica motoria, un processo di socializzazione che si matura nel piacere e nel rispetto della natura.

 

Pietro

 

 

sei il visitatore n. Hit Counter