Home             www.piacenzamarce.it    

Hit Counter 

Per la rubrica "Dialogando"

 

MAMMA MIA QUANTO CHIACCHIERANO GLI IMBECILLI!!!

 

Ebbene sì, mai avrei pensato che gli imbecilli avessero una favella così facile, tu li guardi e sembrano proprio quel che sono: emeriti imbecilli. Come volti l'occhio ecco che si scatena in loro la convinzione di essere furbi e allora parlano e sparlano su di te dicendo fandonie che non stanno né in cielo né in terra. L'amico Carlo Zurlini, insieme alla moglie sono una specie di jolly nel mondo podistico parmense, in quanto li trovi a dar manforte all'organizzazione ovunque, con bandierine o gestendo ristori, per qualunque sia il gruppo organizzatore. Questa mattina all'AVIS Cristo di Parma, dove si svolgeva la 32ª Camminata di San Martino, ad un certo punto mi chiamano e mi chiedono, gentilmente, cosa avevo scritto in occasione della marcia di Monticelli Terme di domenica scorsa ed in particolare sul ristoro da loro gestito, quello citato come "gradevole e sempre fornito", questo nel racconto, oltre ad un "ottimo ristoro sul percorso", riferito naturalmente a quello gestito da Carlo e signora, l'unico da me incontrato avendo percorso il chilometraggio più breve. Ad essi era stato riferito che avevo scritto che nulla aveva funzionato nel ristoro, quindi, quasi per scusarsi, mi hanno detto: "Ma sai, tu eri tra gli ultimi e molta roba era esaurita". Chi di voi mi conosce sa su quale tono possa essere stata la risposta. Essi hanno fatto una domanda, alla quale io ho risposto, questo in conseguenza del fatto che loro non leggono i miei servizi su internet. Diversamente, invece, si comporta Camillo, il quale, anch'egli informato da imbecilli, probabilmente sempre quello, ti addita accusandoti di chissà quali malefatte, fidandosi solo dell'imbecille e senza neppure darti una possibilità di replica, così tu resterai sempre e comunque il cretino (che è diverso dall'imbecille) che scrive sproloqui su www.piacenzamarce.it. Ricordate tutti i miei racconti di questi ultimi anni sul comportamento di Camillo e suoi "luogotenenti" (leggi Enrico Viappiani) perché l'informatore imbecille che, o non capisce niente o ce l'ha con il sottoscritto, aveva intercesso anche presso quest'ultimo con le sue "scorregge vocali", in quanto evidentemente parla con il sedere ed emette altri suoni con la bocca?  Il problema nasce quando due persone, sicuramente poco avvezze al dialogo e che non vanno a verificare minimamente ciò che viene loro riferito, prendono per buono, senza possibilità d'appello le informazioni portate loro da un emerito imbecille. Io desidero ringraziare Carlo Zurlini e signora perché oggi, coinvolti anch'essi, ma vittime come me  di questa diffamazione, hanno "sentito", ma non hanno visto, per cui, come si comportano le persone intelligenti, hanno chiesto conto al sottoscritto di quello che potevo avere scritto ed io ho risposto per ciò che avevo esposto in occasione della marcia di Monticelli Terme. Se si fossero comportati nello stesso modo anche Camillo ed Enrico Viappiani sicuramente non sarebbero rispettivamente quattro anni il primo ed un anno e mezzo il secondo, che non mi rivolgono più la parola. Grazie di cuore ancora Carlo e consorte, ma in conseguenza di questo preannuncio che se avrò sentore ancora di informazioni false e tendenziose portate sul mio conto procederò ad una querela per diffamazione, visto che già il mio legale sta lavorando per le offese ricevute via internet e via SMS dal cellulare. Quindi concludiamo così: imbecille avvisato imbecille mezzo salvato, ma aggiungiamo, per informare Camillo Fragni ed Enrico Viappiani, che non sono i depositari del vero e del giusto in questo mondo, a volte, prima di emettere sentenze solo a proprio uso e consumo, occorrerebbe documentarsi e non è assolutamente un disonore, ma segno di serietà, lealtà ed amicizia comportarsi come Carlo Zurlini e signora, non è certo segno di amicizia quello di persone che la  buttano anche se dura da quasi quarnat'anni (anche se a senso unico).

Cari Camillo ed Enrico, scendete dal piedistallo che non vi appartiene e date un sonoro calcio nel sedere all'imbecille che non riesco a capire se non capisce niente o voglia semplicemente gettare fango addosso al sottoscritto. Un sospetto ce l'ho, ma lo tengo per me, non è detto sia lui, ma se fosse chi penso,  giuro che scateno il putiferio sia legale che nel mondo delle marce parmensi. Scusate lo sfogo fresco fresco, appena portato a casa dall'AVIS Cristo ed immediatamente girato a voi, praticamente una sorta di "dal produttore al consumatore". Grazie per l'attenzione e come per situazioni simili, ma su ben altro fronte che da tempo tace, resto un po' alla finestra, poi toccherà al legale intervenire. Ciao a tutti e a risentirci. Con immutata simpatia,

 

Germano Meletti

 

Castione Marchesi di Fidenza (Parma) 11 novembre 2012

 

 

sei il visitatore n.   Hit Counter