home

 

UN ALTRO AMICO CI LASCIA: BRENNO SETTI

L'albero del podismo non produce più frutti, è già da tempo che andiamo dicendolo, è già da tempo che insisto per nuove iniziative da intraprendere che possano attirare l'attenzione di chi non ci conosce. Chi ci conosce invece sa di quale lana andiamo vestiti, sa quali sentimenti ani­mano i marciatori, sa quanto sia per noi sacro il valore dell'amicizia. Il 2009 è cominciato male, già alcuni di noi se ne sono andati, certo ci guarderanno da lassù e con noi continueranno a marciare, oggi è toccato a Brenno Setti, 71 anni, metà dei quali dedicati alle marce e alla AVIS Cristo Colombo di Parma. Questo gruppo nasceva praticamente a Vieste sul Gargano, durante un periodo di ferie di circa tre decenni fa, Brenno non c'era, ma appena gli ideatori dell'iniziativa tornarono a casa, lui si aggregò senza batter ciglio, per fondare il Gruppo Podistico AVIS Cristo Colombo. Da allora questa divenne la sua vita, divenne la sua famiglia e lui divenne un amico di tutti, nessuno gli negava un sorriso e lui si sentiva importante in questo nostro mondo, sopratutto quando, allungandogli una bandierina, qualcuno gli diceva: "Vai in quell'incroci” il male che ce lo doveva rapire aveva manifestato i primi sintomi alla festa sociale dell'AVIS Cristo, a Monteforte, ultima sua apparizione podistica, il segnale era forte e chiaro ed apparve in tutta la sua cru­dezza. Era l'inizio della fine, quella fine che si porta con sé un pez­zo del nostro mondo, che ormai di pezzi ne ha persi tanti e non è mai riuscito a sostituirli. Ma cosa penserà Brenno, così come tutti gli amici scomparsi, nel vedere che ci stiamo spegnendo piano piano, che questa nostra passione coltivata per anni sta forse per vedere la fine. Ciao Brenno, faremo qualcosa per te, tutti insieme, ma la "tua" AVIS Cristo più degli altri, non potranno più venirti a prendere a casa per postarti alle marce, ma sono sicuro che resterai per sempre nel loro cuore.

Ciao Brenno, ti abbiamo insegnato come si fa ad organizzare una marcia, preparacene una bella, quando qui non riusciremo più a farne saremo lì da te e tu la farai con noi, perché non ci sarà più bisogno che tu impugni una bandierina e ti rechi ad un incrocio: lì da te di incroci peri­colosi non ce n'è neanche uno.

Aspettaci Brenno, arriveremo presto, per il momento ti ricorderemo con il tuo sorriso sincero, la tua passione limpida e la tua grande amicizia Grazie di tutto, Brenno.

Castione Marchesi 31 marzo 2009

Germano Meletti

 

 

 

 

 

 

 

Hit Counter