home

 

dal Pungolo n. 102

 

I nostri lutti

CIAO FRANCO

Un altro amico ci ha lasciato. Era un tipo solitario e viveva a Tres un paese situato in una delle più belle e panoramiche zone della media Val di Non nel Trentino. Amava molto la sua terra e, da eccellente marciatore qual era (un centista come si dice nel nostro gergo), aveva voluto farla conoscere con una camminata: la Cater pasi en t’el bosc de Tres, un evento che, con la collaborazione di molti amici, era riuscito a portare alla ventunesima edizione e che ha richiamato moltissima gente forestiera.

La montagna che amava ora potrà farla conoscere a tutti gli amici di lassù.

Il suo nome: FRANCO BRIDA. È già ricordato con una targa nel nostro monumento a Pramaggiore.

Da VALLEDEILAGHI – quotidiano di informazione on line – citiamo l’articolo degli amici del nostro giornale Patrizio e Giovanna Lucca

 

L’ADDIO AD UN ULTRAMARATONETA

Trento. Il nostro Franco Brida, il mitico marciatore ultramaratoneta non competitivo DOC della Valle di Non è venuto a mancare, lasciando increduli i numerosi amici e sportivi che l'hanno conosciuto e apprezzato in tutti questi anni. Una malattia che sembrava superata (lui diceva "a settembre dopo la mia corsa in Valle di Non, a Tres, vado in ospedale e..."), ma che purtroppo non ha lasciato scampo, se l'è portato via per sempre a pochi mesi dal 57° compleanno. In una grigia giornata di settembre (il 24 sera), nel suo amato paese di Tres, circondato dalla dorate mele in fase di raccolta, l'amico Franco, ne siamo certi, è volato in cielo con rispetto e orgoglio e da lì, ne siamo sicuri, proseguirà il suo cammino, il suo correre che tanto amava e praticava con entusiasmo. Per quanti l'hanno conosciuto, Franco era un personaggio che si faceva distinguere per il suo carattere buono, socievole, spiritoso, ben voluto e dal suo inconfondibile accento "noneso". Grande appassionato delle marce non competitive da 10, 20, 30, 43 e 100 km per mezza Italia. Anima e cuore della marcia della Cater pasi en t’el bosc de Tres, giunta alla 21ª edizione, alla quale partecipano migliaia di atleti proveniente da tutte le regione dello Stivale, e che a lui dava tante soddisfazioni e gioie. Ed anche quest'anno, alla fine della marcia, ci aveva dato appuntamento per l'edizione 2013, pur con un filo di voce che ci poteva far presagire il peggio. Grazie Franco per quanto ci hai donato, dai tuoi amici Patrizio e Giovanna Lucca e dal gruppo di marciatori "Amici della Domenica".

L’articolo ha un commento (El Pes 08-10-2012): "la tua Cater pasi en t'el bosc" quest’ anno mi aveva ridato la fiducia nella corsa, dopo due anni di stop; la farò sempre in tuo ricordo; corri felice nei prati del Paradiso e proteggi tutti gli amanti della corsa, della fatica e dell'amicizia".

ADDIO ARSENIO

 

sei il visitatore n. Hit Counter