home

 

Non è che ho paura di morire

E’ che non vorrei essere li quando succede .

 

 Caro Serafino,

questa è una delle tante battute che mi riservavi quando ci trovavamo alle marce .

Di chilometri ne abbiamo percorsi tanti insieme, di passo e di corsa , tu quando ero

stanca mi spronavi con le tue barzellette e i tuoi lazzi .

Si camminava sempre in compagnia e tante volte hai ricordato la tua fanciullezza

piena di miseria , (come si dice dalle nostre parti), ma colma di sentimenti forti e sinceri.

Queste emozioni le hai trasmesse nel mondo delle marce , coltivando con impegno le

tue amicizie , fondate sul : RISPETTO , la STIMA e la DISPONIBILITA’ .

RISPETTO           :  che tu davi a tutti nella consapevolezza dei diritti e dei meriti altrui .

STIMA                 :  la considerazione che tu avevi di ognuno .

DISPONIBILITA’ :  l’atteggiamento di apertura che tu riservavi agli altri .

Da qualche anno manchi , ( non per tua volontà ), dal mondo podistico a cui hai dato tanto ,

ma che ti ha ricambiato facendoti trovare tanti amici ed estimatori .

Caro Serafino ,

molti di noi percorrono la vita in punta di piedi , senza lasciare tracce , tu lasci un ricordo

vivo in ognuno di noi .

Vorrei salutarti , (anche se con il pianto nel cuore ), con una delle tue tante battute :

Viva Bacco e Viva Amore

L’uno e l’altro ci consola

Uno passa per la gola , l’altro va diritto al cuore .

 

Ciao Serafino, che la terra ti sia lieve .

 

Angela Lampredi

 Negri Serafino    pensiero di Meletti

 

 

sei il visitatore n. Hit Counter