Home          www.piacenzamarce.it

 

Domenica 29 Settembre 2013

 

1ª Ospedale in Marcia

 

Dedicato a “ OSPEDALE IN MARCIA “ 2013

 

La radiologia medica è la branca della medicina che si occupa della produzione e della lettura di immagini radiografiche . Negli ultimi cinquant’anni ha subito uno sviluppo enorme , in ambito diagnostico e terapeutico, ed occupa un ruolo fondamentale nella diagnosi delle terapie umane.

Come e perché nascono le idee????????????? La creatività comporta la rottura degli schemi prestabiliti, per poter guardare le cose e i fatti di tutti i giorni in modo diverso.

Foglie gialle , foglie che cadono. Le gemme si chiudono. I rami si spogliano. I colori svaniscono. L’aria è fredda, umida. La gente cerca tepore e tanto tanto calore per riscaldarsi l’anima di speranza, di affetto. 

A Castel San Giovanni, nel Reparto di RADIOLOGIA, dell’Ospedale, oltre ad occuparsi di diagnostica nell’esercizio della professione; gli operatori del settore hanno proposto una manifestazione podistica non competitiva, non solo per camminare, ma anche per riflettere e pensare in nome di diritti e di dignità della persona,(in questo caso ammalata) cercando di far emergere in modo forte e positivo il legame con la comunità cittadina.

Avvalendosi del supporto organizzativo dell’Associazione Piacenza Marce a.s.d., Domenica 20 Ottobre, dall’enorme parcheggio ivi esistente, dalle otto alle nove veniva dato il via: alla prima edizione di  “OSPEDALE   IN   MARCIA

I chilometri segnalati erano 6 – 12 – 18. Pochissimo asfalto su tutti i percorsi, che inizialmente erano uniti, su un tratto che ai suoi tempi era contrassegnato dalla littorina che congiungeva Castel San Giovanni a Pianello, ora trasformato in pista ciclo-pedonale.

Sui chilometri 6 si incontrava un punto acqua; sui chilometri 12 si avevano due punti acqua e un ristoro nella fattora didattica di Rio Torto, centro diurno per bambini con disabilità; sui chilometri 18 si arrivava a Borgonovo dove alla cascina Polezzera era posto un ristoro con controllo , per poi ritornare a Castel San Giovanni.

Dove un vero e proprio rinfresco era offerto a tutti i presenti, con i saluti e l’arrivederci al prossimo anno.

Buona parte dei ristori sono stati donati dagli esercenti del paese, che tengono in modo particolare alla loro struttura ospedaliera. Anche alcuni dipendenti, della locale filiale della Banca di Piacenza, hanno dato il loro generoso contributo.

Grazie: a chi ha ideato e a chi ha partecipato ; in questa fatica si voleva esaltare positivamente, la comunità, come luogo prezioso di protezione e di responsabilità, in cui la vita individua percorsi che portano ad ideali di speranza.

Lampredi Angela    

 

 

 

 

 

sei il visitatore n.Hit Counter