Home          www.piacenzamarce.it

 

19 gennaio 2014

 

6ª Camminata dei Turtlitt

 

 La  6ª Camminata dei Turtlitt va in archivio lasciando in me sempre un po’ di nostalgia, la prima marcia di Piacenza Marce asd nel lontano 2009, ora tanta speranza per il futuro.

Quest’anno San Antonio Abate, ha voluto che rimanesse in noi un ricordo speciale, come tutti gli anni passati, ricordate la neve dell'anno scorso?, il ghiaccio, la nebbia, il freddo polare, ed ecco quest’anno l’acqua, inconsueta per il periodo, ci aspettavamo ghiaccio, neve, nebbia cose naturale per gennaio ma la pioggia così abbondante no. Comunque con un po’ di presunzione da veri marciatori che siamo, ci siamo impegnati cercando di qua e di là ed ecco il tracciato fattibile.

Percorsi bagnati ma fruibili in tranquillità e sicurezza, le foto dimostrano la gioia e la gratitudine dei partecipanti oltre 250 che armati di ombrello si sono avviati sui tracciati, inoltre un pensiero ai competitivi 76 al via vero record.

Porto il pensiero scritto sulla pagine facebook Piacenza Marce

“ Poi si dice che non Esiste.............invece giusto il tempo dello svolgimento della camminata e alle ore 13,00 ha ricominciato a piovere di buona ragione, premetto alcuni marciatori la mattina mi anno riferito che tutt'intono pioveva di brutto, mi ripeto Grazie Grazie".

Pietro T. 

 

Dedicato a S. Antonio 2014

 

L’anno è appena iniziato ; il Centro Sportivo Italiano (CSI) e l’affiliata Associazione “Piacenza marce” a.s.d sono già in attività, proponendosi per il 2014, con  una serie di marce non competitive  e perché no. . . , con nuove sfide , (solo con se stessi) .

Si presentano in PRIMIS, a San Antonio a Trebbia, domenica 19 Gennaio , con la

6ª Camminata dei Turtlitt

inserita nei festeggiamenti del paese in ricordo del Santo Patrono .

E’ arrivato il mal tempo al Nord, colpa di una perturbazione atlantica, la prima di una lunga serie, che nelle prossime ore determinerà piogge anche forti, causa delle temperature troppo alte; così spiegavano i meteorologi durante la settimana, precisando che nel weekend sarebbero giunte nuove precipitazioni.

La pioggia è la più comune precipitazione atmosferica, si forma quando gocce separate di acqua cadono al suolo dalle nuvole .

Questo non ha fermato il lavoro di preparazione  degli organizzatori, che con un’inesauribile energia si sono prodigati a segnare, segnalare e rivedere i tracciati. Ci si doveva inoltrare nel Parco del Trebbia, ma il fiume tracimando non ha dato il benestare, così ci si è impegnati a trovare nuovi percorsi fattibili con la pioggia. Anche se non sono emerse particolari preoccupazioni, l’attenzione è rimasta alta.

I punti di ristoro erano: uno su i 5 chilometri, due su i 10 e tre su i 15 . A tutti oltre alle bevande calde, biscotti, focaccia, venivano offerti i tortelli o turtlitt, dolci con ripieno, questa volta di castagne, cotti al forno , spesso chiamati, (in alcune località, anche ravioli dolci o mezzelune), che come ogni piatto che si rispetti , viene preparato nelle varie famiglie in modo diverso. Qui a San Antonio, hanno ricevuto nel 2007 il marchio De.C.O., con un ripieno di cui una Signora locale detiene la ricetta originale.

La  partenza dalle 8 alle 9, si è svolta senza l’accompagnamento del ticchettio della pioggia che ha permesso, a tutti anche ai più timorosi, (muniti di ombrello seppur chiuso), di giungere all’arrivo al campo Sportivo Gotico quasi asciutti, e gustare vin brulè, lardo pesto, focaccia e deliziose torte preparate dalle mani sapienti di una associata.

Lavorare per organizzare, coordinare Stanca ? Forse, ma d’altra parte non impegnarsi logora, così hanno pensato gli organizzatori nel loro impegno .

Lampredi Angela

 

foto di Pietro

 

unico passaggio particolare di tutta la camminata

primi tre gruppi premiati dal Presidente Trespidi

 

premiazione gruppi

 

Arrivo dei competitivi

 

foto di Vito

 

 

 

 

sei il visitatore n.Hit Counter